• vinzbeschi

Il fascino discreto del rumorista


Oggi in Pinac ho tenuto il 2° incontro del corso di formazione:

"Il fascino discreto del rumorista".

Abbiamo iniziato osservando una piccola scatola di vetro trasparente dove è contenuto, come un prezioso segreto, il silenzio.

Ci siamo poi immersi nel silenzio di John Cage come premessa alla capacità di ascoltare, essenziale per un buon rumorista.

La visione della bellissima sequenza dei "suoni dell'isola" dal film "Il postino" ci ha introdotto al piacere del cogliere le sfumature del mondo sonoro.

L'ascolto di "Stripsody" di Cathy Berberian accompagnato dalla visione della insolita partitura musicale ha messo l'accento sulla possibilità di usare la voce come strumento per sonorizzare immagini.

La valigia del rumorista ci ha poi permesso di sperimentare una piccola sonorizzazione in diretta di alcuni movimenti del corpo con l'esperienza di "Mi muovo e suono".

Alla fine, a tutti i partecipanti ho consegnato una scatolina contenente il silenzio che ho catturato e confezionato in data 1 settembre 2020. Non ha scadenza. Nelle indicazioni d'uso si consiglia di aprire la scatola con cautela, in luogo possibilmente privo di suoni e rumori, tenendola vicino all'orecchio preferito per cogliere al volo il silenzio che esce. Un attimo dopo il silenzio si scioglierà nell'aria. La scatola può essere successivamente ricaricata con nuovo silenzio.


Featured Posts
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Recent Posts
Archive
Follow Us
Search By Tags
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square